Blog: http://pop.ilcannocchiale.it

BOTTE E RISPOSTA

primo comunicato


“Signor Presidente, desidero segnalarle la particolare gravità di alcune affermazioni formulate dall’Onorevole Berlusconi nel corso della Tribuna Politica di ieri lunedì 14 febbraio.


In quella sede l’Onorevole Berlusconi mi ha accusato di averlo ‘insultato, calunniato, demonizzato’ e mi ha attribuito la paternità di espressioni da me mai pronunciate in alcun luogo e in alcun momento.


Che il Presidente del Consiglio si abbandoni ad una aggressione tanto grave, quanto infondata, testimonia soltanto la disperazione di chi avverte l’inesorabile declino del consenso degli italiani.


Resta il fatto, tuttavia, che il Presidente del Consiglio ha utilizzato una Tribuna televisiva di largo ascolto per aggredire e screditare un esponente del Parlamento e dell’opposizione.


Le segnalo, peraltro, che – essendo la trasmissione televisiva in questione registrata in anticipo – la Direzione della Rai e la conduttrice della trasmissione hanno avallato il comportamento del Presidente del Consiglio e la sua inqualificabile aggressione.


Credo che tutto ciò richieda una valutazione da parte Sua e della Commissione di Vigilanza da Lei presieduta.”
Lo scrive il Segretario nazionale dei Ds  in una lettera inviata oggi al Presidente della Commissione Vigilanza Rai, Claudio Petruccioli.


 


secondo comunicato


"Fassino cambia le carte in tavola. Se c’è qualcuno che in questi anni ha dovuto subire una continua e quotidiana aggressione verbale da parte dell’opposizione è proprio il Presidente Berlusconi". Lo afferma l’on. Elio Vito, Presidente dei deputati di Forza Italia. "Che ora il segretario dei DS si senta lui "aggredito" dalla parole del Premier è proprio il colmo. Ieri – continua Vito - il Presidente Berlusconi ha solo registrato un inequivocabile dato di fatto. Lo testimoniano le quotidiane filippiche degli esponenti dell’opposizioni su tutte le reti televisive e le decine di interviste che hanno come solo ed unico obiettivo l’attacco a Berlusconi".

Pubblicato il 15/2/2005 alle 19.12 nella rubrica POLITIKA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web